Ricordare i defunti, la città omaggia Ciampi

LIVORNO- Il giorno dei morti riguarda ognuno di noi, perché ciascuno ha un proprio caro a cui regalare un pensiero per ricordare, un atto che lo rende immortale.

Ricordare significa mantenerne la memoria, e a questo rendere omaggio, come di fatto è accaduto in città, con una serie di eventi a ricordare molte morti.

Cominciando dalla messa in onore di tutti i caduti, quelli delle guerre del passato, quelli delle guerre che hanno portato alla festa nazionale del 4 novembre a completamento dell’unità d’Italia, raggiunto con un conflitto che va indicato come il più terribile e spietato di tutti perché mise l’uomo rintanato dentro una fossa, la trincea, per 4 anni trasformandolo.

Messa Signora di Fatima

L’inferno della grande guerra nella quale morivano migliaia di persone per qualche metro di terreno reso brullo e informe dalle bombe facendo perdere di ognuno la propria umanità. In quel periodo terribile avviene la apparizione della Madonna a Fatima nel 1916.

Fu un grande evento di fede e può essere riassunto principalmente come un invito alla penitenza e alla importanza di riparare le offese commesse contro Dio perchè la guerra, nella quale si uccide il prossimo è il volto peggiore dell’inferno.

Il Vescovo della città di Livorno, monsignor Giusti, insieme ai Cappellani militari celebra la messa che rende onore ai caduti, che ripudia la guerra come linguaggio, la scelta della Chiesa di Nostra Signora di Fatima ha la sua spiegazione.

giornata dei defunti, cerimonia

Poco distante, in questa giornata di memoria, di omaggio, di ricordo, c’è la duplice cerimonia avvenuta al Cimitero comunale della Cigna. La deposizione di corone di fiori, officiata dalle massime istituzioni civili, militari e religiose.

Il ricordo che va ai caduti italiani delle due guerre mondiali, ma anche ai caduti francesi, a quelli dell’Impero Austro-Ungarico, come anche, successivamente, i partigiani come i garibaldini come coloro che sono defunti nei lager del periodo nazista.

Ultimo passaggio del ricordo avviene al cimitero della Misericordia, qui il via vai di ogni singolo cittadino è normale prassi in questa giornata, ma ha fatto eccezione il fatto che un intera città ha voluto fermarsi per rendere omaggio al ricordo del concittadino più illustre della città, l’ex Presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi.

ricordare i defunti, Ciampi

C’era anche il figlio Claudio che ha ringraziato il Presidente Mattarella che lo ha omaggiato di un cuscino di fiori e dei numerosi presenti che ancora lo ricordano

Ne parliamo nei nostri notiziari che possono essere seguiti su cellulare e smartphone in contemporanea con la diretta di Live TV

Condividi questo articolo

Pubblicità