Fuma nel letto e divampa incendio, anziana muore nel pisano

S.GIULIANO TERME - Mentre fuma nel letto divampa un incendio, una donna di 96 anni perde la vita la scorsa notte a Metato di San Giuliano Terme (Pisa). Questa la ricostruzione che gli inquirenti stanno portando avanti. L'anziana aveva l'abitudine di fumare a letto. La donna abitava da sola ma è stato il nipote a dare l'allarme poco prima della mezzanotte.

Tutto è accaduto in un appartamento nella frazione di Arena Metato, in Via Giordano Bruno.

L’allarme viene dato dai vicini della abitazione da dove esce del fumo denso. La segnalazione arriva intorno alle 23.15 tramite 112, partono quindi i soccorsi quali i Vigili del Fuoco del comando provinciale di Pisa e a seguirli la Misericordia, la Croce Rossa e la Polizia.

I mezzi di soccorso arrivano velocemente e la celerità dell’operazione è dimostrata dal fatto che le fiamme sono ancora circoscritte ad un solo vano dell’appartamento coinvolto.

Le operazioni di spegnimento delle fiamme avviene in tempi ristretti, veloci al punto da non intaccare altre zone dell’appartamento ma poi avviene la scoperta del corpo di una donna anziana, 96 anni, deceduta a causa del rogo.

I soccorsi alla persona sono inutili, la donna doveva essere già deceduta prima del loro arrivo e nella analisi della stanza avvolta dalle fiamme, tra i resti del mobilio, pezzi di termocoperta.

Secondo una prima ipotesi è probabile che proprio la termocoperta sia la fonte primaria dell’incendio.

Un cortocircuito deve aver fatto scattare la scintilla iniziale e l’inizio del propagarsi delle fiamme intorno al corpo della donna e nella relazione del nipote il resoconto del coinvolgimento del mozzicone di sigaretta quale fonte di accensione iniziale.

Probabilmente, data l’ora e la sua età, la donna era già a letto e la termocoperta la impiegava per riscaldarsi.

Quando le fiamme e il materiale combusto hanno cominciato ad espandersi uscendo dalla finestra della abitazione e allarmando quindi i vicini di casa, la donna doveva essere già deceduta a causa delle esalazioni.

Tutto si è svolto quindi in tempi brevi e per quanto rapidi gli arrivi, c’era poco da fare dal momento che la donna era proprio al centro del propagarsi iniziale dell’incendio.

Ne parliamo nei nostri notiziari che possono essere seguiti in contemporanea su cellulare e smartphone con la diretta di Live TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità