Giornata contro la violenza sulle donne, numeri da paura

FIRENZE - Ogni giorno, in Italia, ci sono 89 donne vittime di violenza di genere e nel 2021 sono stati 109 i femminicidi, il 40% di tutti gli omicidi commessi. Di questi, 93 sono avvenuti in ambito familiare-affettivo e, in particolare, 63 per mano del partner o dell'ex partner. Questi i dati allarmanti diffusi in occasione di questo giovedì 25 novembre, Giornata mondiale contro la violenza sulle donne.

"La violenza contro le donne è un fallimento della nostra società nel suo insieme, che non è riuscita, nel percorso di liberazione compiuto dalle donne in quest'ultimo secolo, ad accettare una concezione pienamente paritaria dei rapporti di coppia". Lo scrive il presidente della Repubblica Sergio Mattarella.
"Per uscire da questa spirale è necessario educare: educare al rispetto, educare alla parità, educare all'idea che mai la forza può costituire uno strumento di dialogo. Già nelle famiglie si deve diffondere questa educazione".

Nello specifico, in Toscana, sono 121 i femminicidi avvenuti negli ultimi 15 anni, nel periodo che va dal 2006 al 2020. Nello stesso periodo 41 sono stati i minori che sono rimasti orfani a seguito di questi fatti di sangue. Sono i dati che emergono dal 13mo Rapporto sulla violenza di genere in Toscana.  La grande maggioranza dei casi di femminicidi si inquadra nella relazione di coppia (87 casi). Tra gli elementi che caratterizzano la Toscana, rispetto al quadro nazionale, un elevato numero di femminicidi tra donne anziane (le vittime over 75 in Toscana negli ultimi cinque anni sono state il 35,1% del totale, contro il 16,7% a livello nazionale) e una proporzione maggiore di straniere: il 32,4% rispetto al 23,4% a livello nazionale. Nel solo 2020 sono 3132 donne che si sono rivolte a un centro antiviolenza. Si tratta di donne in larga misura tra i 30 e i 49 anni (il 60%) che dichiarano di aver subito violenza psicologica (85% dei casi) spesso accompagnata da violenza fisica (60,9%), o anche economica (27,2%), o con l'aggiunta di minacce (21%). In Toscana i centri antiviolenza sono 24 e offrono servizi di ascolto (usati dal 91% delle donne che si sono recate in queste strutture), accoglienza (77,3%) e consulenza psicologica (52,7%). Nel territorio sono presenti tra gli altri anche le case rifugio (a indirizzo segreto per le donne, 20 in totale), i centri per uomini autori di violenza (cinque), il centro di documentazione dell'Istituto degli Innocenti. Per quanto riguarda i consultori le persone assistite nel 2020 per casi di abuso e maltrattamento sono state 752 su un totale di 3638 accessi: le donne rappresentano il 78% de totale.

Servizi con tutte le iniziative sul territorio dedicate alla Giornata mondiale contro la violenza sulle donne nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità