Dieci anni fa la tragedia della Concordia

FIRENZE - Sono passati 10 anni dal disastro della Costa Concordia dove persero la vita 32 persone. "Oggi si può capire che quella della Costa Concordia non fu una tragedia marittima, è una vicenda che si è creata per un'azione scellerata, come fu giustamente definita all'epoca dal procuratore capo. Quella vicenda per puro caso si è verificata su una nave, non è legata alla tecnica della navigazione, è una vicenda irripetibile nel senso che senza lo sfasamento che ci fu nella persona del comandante tra il proprio ruolo e il proprio interesse non si sarebbe verificato tutto questo". Così Gregorio De Falco, all'epoca del naufragio comandante della sala operativa della Capitaneria di porto di Livorno, oggi senatore, ha ricordato il disastro della Costa Concordia avvenuto il 13 gennaio 2012. De Falco ha ricordato che "alle 21.45 la nave colpì gli scogli dell'isola del Giglio e si aprì uno squarcio", prima delle 22 "il comando di bordo è consapevole che si deve procedere all'abbandono della nave, ma questo non avviene" per lo "sfasamento tra il ruolo e gli interessi, le paure personali". "Passano 45 minuti - aggiunge De Falco - prima che venga data l'emergenza generale da me richiesta nella prima interlocuzione. Il tempo di abbandono di una nave è di 30 minuti e se si fosse proceduto a dare l'emergenza generale subito, con la nave ancora dritta, si poteva sbarcare tutti in un'ora-un'ora e mezza. Questa operazione di soccorso, invece, va avanti per nove ore". Secondo De Falco ci sono molte lezioni da imparare dal naufragio: "la tradizionale generosità delle popolazioni isolane, l'importanza che chi ha un ruolo pubblico metta sempre da parte sé stesso, è fondamentale che abbia chiari i fini del proprio agire che non si devono confondere con i propri interessi". Infine, per De Falco, è necessario che "sia disincentivato il gigantismo navale. Oggi abbiamo navi ancora più grandi della Concordia che portano 6.500 persone, quale città sarebbe in grado di dare assistenza a 6mila persone tutte insieme?".

L'intervista a Gregorio De Falco nei nostri Tg di questo mercoledì 12 gennaio, visibili in diretta anche sulla nostra Live Tv.

Condividi questo articolo

Pubblicità