Al teatro Goldoni torna “Classica con gusto”

LIVORNO - Torna dopo quasi due anni di assenza “Classica con gusto”, l’apprezzata stagione di Musica da Camera in Goldonetta che fu interrotta ad inizio 2020 subito dopo l’avvio dell’11^ edizione, con l’inizio di questa complicata e (purtroppo) non ancora conclusa emergenza sanitaria.

Sei i concerti in programma per il rinnovato cartellone 2022 della Fondazione Teatro Goldoni a partire dal 18 gennaio, realizzato sempre con il progetto artistico di Carlo Palese in collaborazione con Menicagli Pianoforti. Immutata la formula, con il consueto “salotto” iniziale per conoscere e dialogare con gli artisti prima del concerto.

Il concerto inaugurale, previsto per martedì 18 gennaio, alle ore 21 sarà caratterizzato da un programma davvero eccezionale, così come l’artista che ce lo propone, la pianista Mariangela Vacatello, una delle più amate ed attualmente più celebri a livello internazionale: in apertura la Sonata per pianoforte n. 1 in fa minore op. 6 di Aleksandr Skrjabin, il compositore russo del quale nel 2022 ricorrono i 150 anni dalla nascita. Slanci febbrili e subitanea intimità, delirio, sogno - spiega Palese - popolano il mondo immaginario del giovane Skrjabin: per eseguire la sua prima Sonata occorrono una forte immaginazione musicale e una tecnica di altissimo livello, qualità che la protagonista della serata possiede tutte. A Skrjabin, la Vacatello affiancherà un capolavoro del Romanticismo musicale: la Sonata n.3 in si minore op.58 di Fryderyk Chopin, autore del quale lo stesso Skrjabin raccolse l’eredità artistica e spirituale”.  

“Dopo un concerto, l'ascoltatore deve portare con sé qualcosa - ha dichiarato in una recente intervista la pianista - Io spero sempre che il pubblico percepisca l'amore per la musica, l'entusiasmo che ho sul palco, il significato di ogni singolo passaggio che suono e le innumerevoli prove per realizzarlo in quel modo”.

Condividi questo articolo

Pubblicità