Monitoraggio del Rio Maggiore, parametri in miglioramento

LIVORNO - Da marzo 2021 sono pervenute ad ARPAT numerose segnalazioni di cittadini residenti intorno allo Stadio "Armando Picchi" che lamentavano forti e persistenti maleodoranze di tipo fognario provenienti dal tratto stombato del Rio Maggiore in prossimità di piazzale Montello. I lavori di demolizione del tombamento ed ampliamento dell'alveo, conclusi nel febbraio 2021, voluti dalla Regione Toscana sono stati realizzati per mettere in sicurezza idraulica il Rio dopo l'alluvione che aveva colpito la città nel settembre 2017.

ARPAT ha effettuato i primi campionamenti nel marzo 2021, per verificare le condizioni ambientali del corso idrico, e tuttora sta svolgendo un monitoraggio periodico con ispezioni e campionamenti mensili delle acque nel tratto tra via Via dei Pensieri e Piazzale Montello, così da valutare l’evoluzione della qualità delle acque a fronte degli interventi messi in atto da Comune e ASA.

I risultati analitici dei campionamenti effettuati lo scorso dicembre mostrano un miglioramento dei parametri chimici e batteriologici ricercati. ARPAT comunque proseguirà l’attività d’ispezione e di monitoraggio delle acque con cadenza mensile fino alla risoluzione della problematica.

I lavori di riduzione del rischio idraulico del Rio Maggiore prevedono di realizzare ulteriori interventi di stombamento a monte e a valle del tratto già aperto; il primo intervento previsto nel corso dell’anno è la riapertura del tratto tra via dei Pensieri e Via Cattaneo (“Tratto 5” del progetto di messa in sicurezza idraulica).

Autorità Idrica Toscana ha comunicato che è in fase di definizione un Protocollo di Intesa tra ASA e il Comune di Livorno per estendere sul territorio i controlli e l’individuazione della presenza di scarichi abusivi ed irregolari di acque reflue all’interno del sistema di drenaggio urbano delle acque bianche confluenti nel Rio Maggiore. A seguito delle attività di ricognizione previste dal protocollo, come indicato dalle norme vigenti, sarà cura del Comune intimare l’obbligo di allacciamento alla fognatura per gli scarichi di acque reflue non correttamente collegati alla fognatura nera che serve anche i quartieri di Coteto e Salviano superando così la fase emergenziale.

Il servizio nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità