Giorno della Memoria, seduta solenne in Consiglio regionale

FIRENZE - Si è riunito in seduta solenne a Firenze il Consiglio regionale in occasione del Giorno della Memoria (il servizio curato dal nostro giornalista Antonello Riccelli nel corso dei nostri notiziari visibili in diretta anche online). A concludere l’intervento del presidente della Regione Toscana Eugenio Giani:"Il prossimo anno qualsiasi sia la situazione dovremo fare di tutto per sviluppare il tratto distintivo della Toscana, il Treno della Memoria, e accanto a questo cerchiamo di lavorare tutto l'anno. E' questo il senso degli ingenti finanziamenti stanziati per portare nell'edifico in viale Europa a Firenze il Memoriale che, insieme al Comune di Firenze, dovremmo saper gestire al meglio come elemento di stimolo alla riflessione, soprattutto dei giovani".

Per Giani, il clima culturale del nazismo e del fascismo "lo dobbiamo prevenire fin dall'inizio perché nel baratro non ci si trova dall'oggi al domani. Ecco perché ritengo che la cultura della memoria sia un elemento fondamentale".

Giani ha poi commentato l'aggressione antisemita al 12enne di Campiglia Marittima. "La Toscana oggi deve offrire una ferma risposta" a quando accaduto "che ci dà il senso di quanto sia fondamentale la cultura della Memoria che è elemento fondamentale alla base dei valori a cui la nostra regione si è sempre ispirata. Quello che è avvenuto - ha aggiunto Giani - ci richiederà atti concreti per poter sgombrare ogni dubbio su quanto facciamo sulla culturale della Memoria soprattutto tra i giovani".

Condividi questo articolo

Pubblicità