Scuola e green pass: cosa cambia con il nuovo decreto

ROMA - Estensione del green pass e nessuna restrizione ulteriore, neanche in zona rossa, per chi è vaccinato con tre dosi e nuove norme per regolamentare le quarantene a scuola. A due giorni di distanza dall'ultimo Consiglio dei ministri, il governo è tornato a riunirsi per decidere come gestire la pandemia.

Le nuove regole vanno ad allentare le maglie di quello che è il sistema di limitazioni e restrizioni ad ora esistente.

In primo luogo la durata del green pass diventa illimitata per chi ha fatto la terza vaccinazione, con il certificato rilasciato dopo la dose booster che non avrà scadenza. pass illimitato anche per chi si è contagiato dopo aver fatto due dosi.

Novità anche in merito ai colori delle regioni. Con le distinzioni tra una zona ed un’altra che vengono meno per i vaccinati. Rimangono invece alcuni obblighi generali, come la mascherina all’aperto anche in zona bianca fino al 10 febbraio appunto.

scuola

Scuola, come cambia la quarantena

Al centro del decreto ci sono però le nuove regole per la gestione delle quarantene a scuola.

I bambini del nido e delle scuole per l’infanzia rimarranno in classe fino al quarto caso di positività, lezione a distanza con 5 o più positivi.

Per gli studenti delle elementari scatta invece quella che la cabina di regia ha definito divaricazione, ossia una distinzione tra vaccinati e non. Dal quinto caso in su, infatti, gli studenti in regola con il vaccino restano in classe, mentre quelli che non lo sono parteciperanno alle lezioni collegati a distanza

Per medie e superiori invece basteranno solo due casi in classe per far scattare la Dad. Una decisione presa in virtù del maggior numero di vaccinati in questa fascia d’età.

In tutti i casi quindi la didattica a distanza scatterà solo per i non vaccinati e durerà 5 giorni

Infine Il nuovo decreto conferma quanto già definito nella giornata di lunedì: ossia la proroga dell’obbligo di mascherine all’aperto e la chiusura delle discoteche fino al 10 febbraio.

Un servizio anche nei nostri telegiornali, sempre visibili online.

Condividi questo articolo

Pubblicità