Basket, derby serie B. Pielle annienta Libertas: vince di 24

LIVORNO - Una Pielle devastante ha travolto letteralmente la Libertas. E' finita 66-90 al Modigliani Forum (12-27, 17-26, 23-19, 14-18 i parziali) con il quintetto di coach Da Prato superiore fin da subito. Una serie interminabile di canestri da tre ad avvio gara hanno messo ko la squadra di Fantozzi che ha fatto fatica per tutti i quaranta minuti di gioco andando sotto addirittura di 30. Pielle concentrata, carica, grintosa e precisa sotto porta, dall'altra parte una Libertas che sta attraversando un momento difficile sicuramente peggiorato dalla questione infortuni (quello di Ammannato e Toniato, due giocatori titolari) e dal fatto che la squadra amaranto non si è allenata per l'intero mese di gennaio a causa di una serie di positività al Coronavirus. Attenuanti che comunque non giustificano un passivo così importante tanto che al termine della gara i vertici societari si sono riuniti con al centro del cda il futuro di coach Alessandro Fantozzi, sempre più in bilico (decisione rimandata alle prossime ore. Si va verso una fiducia a tempo).

Grande festa tra i tifosi piellini presenti numerosi così come quelli della Libertas (pubblico delle grandi occasioni. Il derby non delude mai). Sugli spalti tra le varie figure di spicco anche il sindaco di Livorno Luca Salvetti, il delegato Coni di Livorno Gianni Giannone, il vescovo di Livorno Monsignor Simone Giusti, il prefetto Paolo D'Attilio, il questore Roberto Massucci ed il presidente dell'Unione Sportiva Livorno Paolo Toccafondi.

Derby

Sorpasso in classifica della Pielle sulla Libertas, entrambe a 16 punti. Malumore a fine gara tra i tifosi libertassini che hanno dimostrato il loro disappunto dopo aver chiamato la squadra sotto la propria curva. La Pielle dopo il derby in Supercoppa vince anche questo di campionato che mancava da ben 33 anni.

Derby

Il servizio con le immagini del derby e la voce dei protagonisti nei nostri notiziari visibili anche in streaming sulla Web TV. Nelle prossime ore in onda anche uno speciale.

Condividi questo articolo

Pubblicità