Nuova veste per la scuola d’infanzia di Montemagno

CALCI - Ristrutturazione, riqualificazione, ampliamento degli spazi esterni e maggior inclusività a beneficio di insegnanti e bambini. Nuova veste per la scuola dell’infanzia di Montemagno che questa mattina è stata ufficialmente inaugurata per presentare alla stampa e ai genitori il corposo restyling di cui è stata protagonista negli ultimi mesi. Un grande progetto fortemente voluto dall’amministrazione comunale di Calci che ha investito tutto il 2021 in un ampio percorso di potenziamento dei servizi dedicati a tutte le scuole del territorio.Ed ecco che anche il rifacimento degli spazi interni ed esterni dell’asilo della frazione calcesana si inseriscono nell’ampio “piano-scuole” varato dalla giunta Ghimenti e posto come obiettivo di mandato dell’amministrazione.

Un progetto sostanzioso quello di Montemagno che, numeri alla mano, ha visto lavori per un totale di poco meno di 150mila euro, di cui 83mila finanziati con risorse statali e i restanti con risorse del bilancio comunale. Un grande lavoro ad opera del Comune della Valgraziosa che ha seguito interamente, grazie all’ufficio lavori pubblici dell’ente, tutto il progetto del restyling nonché il cantiere che ha avuto inizio lo scorso luglio.

I lavori si sono focalizzati la scorsa estate sugli spazi interni e quindi nelle classi delle due sezioni della scuola dell’infanzia per poi proseguire, senza interrompere neppure per un giorno l’attività didattica, con gli spazi esterni nel periodo autunnale.

Il cronoprogramma era stato pensato appositamente per non andare ad intaccare le attività di bambini e insegnanti ma, soprattutto, per non creare difficoltà nella gestione familiare dei genitori.

Andando ancora di più nello specifico, per quanto riguarda gli spazi interni, è stata completamente coperta la superficie pavimentata delle aule, refettorio e spazi comuni sui quali è stato steso un pvc colorato che ha ravvivato, reso più sicuri e più facilmente sanificabili gli spazi interni.

A questo imponente lavoro è seguito una imbiancatura totale di tutti gli spazi interni.

Spazi esterni poi completamente ripensati in un’ottica più inclusiva che ha visto la rimozione di qualsiasi tipo di barriera architettonica, collegamenti più efficaci tra loro al punto da diventare veri e propri spazi didattici che favoriscono, visto il luogo, un concreto contatto con la natura. Al tempo stesso il Comune ha recuperato tutta una parte inferiore inutilizzata facendola diventare una vera e propria area verde con tanto di giardino, nuove alberature e una parte morbida nei pressi dei giochi. A tal proposito sono stati coperti, per favorire una maggior sicurezza, tutti gli spazi e i percorsi precedentemente in cemento con gomma colata altamente decorativa ma soprattutto anti-trauma così da rendere tutti gli spazi esterni un’area gioco per i bambini. Rinnovate poi tutte le recinzioni, recuperate tutte le strutture in legno e bellissimo gazebo in legno in design integrato perfettamente rispondente all’ambiente sarà capace di ospitare attività sia didattiche che ludiche.

“Oggi è davvero un grande giorno - commenta il sindaco Massimiliano Ghimenti -. Si taglia idealmente il nastro di fronte ad un lavoro corposo che ha visto, oltre ad un ingente investimento dell’ amministrazione, anche un preciso e puntuale lavoro dell’ufficio tecnico comunale, delle ditte che hanno operato, di tutto il personale della scuola che hanno collaborato in sinergia per raggiungere un obiettivo comune: una scuola sicura, rinnovata, colorata e bella per i nostri bambini. Per noi questo è un investimento molto importante, abbiamo investito nel complesso 150mila euro, di cui 67mila del Comune. Per la nostra amministrazione la scuola è una priorità assoluta e adesso, a quasi a 8 anni dal nostro primo insediamento, possiamo dire che lasceremo tutte quante le scuole del territorio valorizzate. Questo è un lascito importantissimo per il futuro del nostro paese”. Gli fa eco l’assessore ai lavori pubblici Giovanni Sandroni: “La scelta di mantenere la scuola dell’infanzia a Montemagno, di averla recuperata è anche un segnale di riqualificazione e di attenzione ai Borghi e alle frazioni alte del territorio. Arrivare a Montemagno e trovare come primo edificio una scuola per i bambini significa dare idealmente il benvenuto ad un borgo gioioso e vivo”. Parole di apprezzamento e ringraziamenti arrivano anche da una rappresentanza di genitori arrivati all’inaugurazione e dalla dirigenza scolastica e dagli insegnanti che hanno sottolineato “il grande investimento economico dell’amministrazione e la disponibilità dell ufficio tecnico, delle ditte e dei bambini - che già da oltre una settimana utilizzano questi spazi - veri e propri controllori dei cantieri impazienti di godere a tutto tondo della loro scuola rinnovata”.

Condividi questo articolo

Pubblicità