Vendevano la droga via social, arrestate sei persone

CECINA - Su ordine della Procura di Livorno i Carabinieri di Cecina hanno dato esecuzione a un’Ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal G.I.P. del Tribunale di Livorno, nei confronti di 6 indagati ritenuti responsabile di  “traffico illecito di sostanze stupefacenti” in concorso continuato, di cui 1 anche per “estorsione”.

L’indagine è partita nel 2021 a seguito della denuncia da parte di un assuntore di sostanze stupefacenti che, debitore nei confronti di uno degli indagati per non aver pagato lo stupefacente, era vittima di continue ritorsioni.

Immediatamente sono state sviluppate mirate attività investigative che avrebbero fatto emergere gravi indizi di reato a carico di più soggetti, di origine marocchina ai quali viene contestato un traffico illecito di stupefacenti sia nel centro di Cecina che, soprattutto, nella frazione di Marina, commercio illecito nel quale ci sarebbero stati anche acquirenti minorenni. Il  denaro sarebbe stato in parte riutilizzato nell’acquisto di autovetture.

Secondo gli inquirenti gli indagati mettevano a disposizione dei clienti degli smartphone funzionali a ricevere gli “ordini” di acquisto. Attraverso app o social, i presunti spacciatori e gli acquirenti si inviavano foto o filmati che riprendevano l’esatta localizzazione dove la droga e il denaro erano stati nascosti.

Si tratta di un volume d’affari di decine di migliaia di euro. I quantitativi ceduti erano perlopiù per uso personale.

Nel corso delle indagini, oltre agli ultimi 6 soggetti arrestati, sono stati tratti in arresto in flagranza di reato 2 persone, ne sono state deferiti in stato di libertà 7, sono stati sequestrati oltre 500 grammi di hashish, circa 15 grammi di cocaina ed altrettanti di eroina.

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche sulla Web TV.

Condividi questo articolo

Pubblicità