Ucraina, le iniziative di solidarietà a Livorno

LIVORNO - Tanti scatoloni, la maggior parte contenenti alimenti, altri invece medicinali. A pochi giorni dall'inizio della guerra in Ucraina il bar Safari di via Garibaldi è diventato una sorta di centro raccolta per i prodotti donati.  Orysia Dmytruk è la cittadina ucraina che ha avuto l'idea, coinvolgendo i connazionali  Iryna Rodych e il marito Gennadiy Orlov, titolari del bar.

Una delle numerose manifestazioni di vicinanza, che a Livorno come in tante città europee si sono moltiplicate.

ucraina

Anche la chiesa greco cattolica di San Vladimiro e Santa Olga di via Guerrazzi è diventata meta di un costante flusso di persone con pacchi di alimenti e medicine. Ogni giorno insieme agli ucraini che si riuniscono in preghiera per i loro cari tanti livornesi consegnano gli aiuti nelle mani di don Yurij Machalaba.

Cittadini dell'Ucraina che, sempre a Livorno, nella giornata di martedì si sono riuniti in una manifestazione nel centro della città per chiedere la fine della guerra.

I nostri telegiornali sono visibili anche online, sulla Live-Tv di Telegranducato.

 

 

Condividi questo articolo

Pubblicità