Mostra di Modigliani, il fisco vuole 350mila euro dal Comune

Fece il record di visitatori la mostra di Modigliani che si concluse nel febbraio del 2020. L'aveva organizzata il Comune di Livorno. Adesso l’agenzia delle entrate avrebbe richiesto all'amministrazione una somma di circa 340 mila euro di tasse non versate per l'organizzazione di quell'evento (più le eventuali sanzioni). Secono quanto apprendiamo, il totale potrebbe allora ammontare ad una cifra tra 500mila e 800mila euro.

L’accertamento della Guardia di Finanza era scattato dopo l'esposto di un consigliere comunale di opposizione. Il Comune di Livorno, che ha già presentato le proprie controdeduzioni, ritiene tuttavia di aver agito con correttezza e che quelle tasse non fossero dovute. Si trattava infatti, questa è la tesi, di un global service per l’organizzazione della mostra e su quello l'Iva è stata interamente versata. L’amministrazione dunque andrà al contenzioso facendo valere le proprie ragioni

Andrea Romiti, il consigliere di Fratelli d'Italia che aveva sollevato il problema sull'organizzazione della mostra di Modigliani, ora commenta: "l’abbiamo fatto per tutelare i cittadini e per garantire che i soldi pubblici venissero spesi in modo corretto".

Aggiornamenti e interviste nei telegiornali in diretta di venerdì 18 marzo (qui lo streaming).

Condividi questo articolo

Pubblicità