La base militare non sarà realizzata nel Parco

FIRENZE - Mazzeo: "La base militare non sarà realizzata nel Parco". E’ quanto emerso dalla riunione svoltasi nelle scorse ore a Firenze. Al termine dell’incontro tra i rappresentanti di tutti gli enti coinvolti tra cui Regione Toscana, Comune di Pisa, Provincia di Pisa, Parco e Arma dei Carabinieri emerge questo come punto fermo salutato positivamente dal Comitato per la Difesa di Coltano. Ora la richiesta è una immediata conferma con atti ufficiali e impegnativi del risultato raggiunto nel capoluogo toscano. “In questo modo si accolgono le richieste avanzate con forza – si legge in una nota giunta in redazione a firma del Comitato - da tutta la comunità di Coltano, dalle imprese che lì operano nel rispetto dell’ambiente, dalla popolazione pisana e da tutti coloro che hanno sottoscritto una specifica petizione.”

Coltano: area individuata per la base militare

Coltano: area individuata per la base militare

Mazzeo: "La base militare non sarà realizzata nel Parco"

“La base militare si potrà realizzare ma fuori dal Parco – lo spiega a chiare lettere il presidente del Consiglio Regionale, il pisano Antonio Mazzeo che aggiunge – si potrà realizzare la struttura utilizzando altri immobili e altre aree. Si potrebbero utilizzare altri immobili, penso ad esempio – spiega Mazzeo – a quelli di proprietà della Regione – ma anche utilizzando altre caserme dismesse e a disposizione. IL nostro obiettivo era chiaro. Son contento del lavoro fatto da Giani in queste settimane, frutto di un lavoro silenzioso e che si svolge dietro le quinte.”

Mazzeo: "La base militare non sarà realizzata nel Parco"

 

“No, quindi ad ulteriori edificazioni nel parco” sembra essere lo slogan lanciato dalla riunione fiorentina che pone momentaneamente fine alle polemiche di questi giorni e di queste settimane sul progetto del governo di costruire una base militare a Coltano a disposizione dell’Arma dei Carabinieri.  “Da quanto risulta dalle prime notizie, sembra che si sia capita l'enormità della sfida, e che ci si sia resi conto di quanto fosse sbagliato questo progetto, e di quale impatto avrebbe avuto – si legge in un altro passo della nota del Comitato no base -  in un’area fragile e preziosa. La diffusa e compatta reazione popolare, locale e nazionale, il parere competente del Comitato scientifico del Parco, del Gruppo di San Rossore e di molte associazioni ambientali, sociali e culturali, hanno impresso una scossa a quelle rappresentanze politiche che non hanno posto in evidenza quanto stava accadendo, e che, in seguito a questa mobilitazione, hanno avuto una pur tardiva accelerazione.

Mazzeo: "La base militare non sarà realizzata nel Parco"

Anche se manca ancora una autocritica e una totale trasparenza rispetto ai tempi e ai modi in cui alla città è stata imposta una scelta così stravolgente, prendiamo atto con favore della posizione del Consiglio Regionale della Toscana, che è anche un atto d'indirizzo che rafforza le prerogative del Parco. Ora serve una posizione altrettanto chiara e impegnativa del Consiglio Comunale di Pisa nella sua totalità, che deve affiancare e sostenere le dichiarazioni personali del Sindaco, importanti ma non sufficienti. Conclude la nota del Comitato. Vediamo nei prossimi giorni cosa accadrà.

Mazzeo: "La base militare non sarà realizzata nel Parco".

Condividi questo articolo

Pubblicità