Durante le attività di sfratto, scoperta merce rubata

LIVORNO - La Polizia Municipale insieme all'ufficio Casa del Comune ha eseguito, nei giorni scorsi, uno sfratto in via Giordano Bruno, liberando un alloggio occupato abusivamente. Le operazioni si sono svolte senza alcun intralcio e si sono rapidamente; l'appartamento è stato quindi riconsegnato a Casalp rientrando così nella disponibilità del patrimonio comunale.

Ma durante l'attività  la pattuglia è venuta a conoscenza che anche una delle cantine condominiali era stata forzata da ignoti che vi avevano ricavato un alloggio di fortuna. Ecco che gli agenti, giunti nel seminterrato, hanno notato due uomini che stavano scappando. Nonostante il pronto inseguimento i fuggitivi sono riusciti a dileguarsi facendo perdere le loro tracce.

Tornati nella cantina occupata abusivamente gli agenti si sono trovati di fronte ad un consistente deposito di refurtiva: monopattini elettrici, macchine fotografiche, cineprese, metal detector, biciclette.

L'Enel ha inoltre riscontrato sette allacci abusivi. La Polizia Municipale ha quindi potuto concludere l'intervento con una nuova ipotesi di reato per furto di energia elettrica a carico di quattro persone e una ulteriore denuncia per occupazione abusiva. Sono in corso le indagini.

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche online.

Condividi questo articolo

Pubblicità