Sequestrate 7 tonnellate di alimenti, multati i responsabili

PRATO - Si è conclusa una complessa attività ispettiva che ha visto gli ispettori pesca della Capitaneria di Porto di Livorno e i funzionari dell’Azienda USL di Prato e Piana di Lucca.

All'interno di un supermercato di Prato i militari, dopo aver visionato i locali e le celle-frigo di stoccaggio della merce, hanno individuato la presenza di un magazzino occultato.

Il vano, realizzato abusivamente all’interno di un deposito, risultava di non facile individuazione in quanto la porta di accesso era stata meticolosamente nascosta con piastrelle identiche a quelle della parete circostante. Al suo interno sono state trovate oltre 5 tonnellate di alimenti privi di qualsiasi documento che ne attestasse la provenienza e oltre 800 kg di prodotti ittici scaduti.

Stessa cose per un deposito di circa 500 mq, utilizzato per lo stoccaggio di alimenti da una società di importazione di Altopascio; scoperti ben tre locali nascosti all'interno dei quali c'erano 600 kg di alghe marine, probabilmente provenienti dalla Cina, sottoposte a sequestro amministrativo perchè sprovviste di regolare etichettatura. La merce risultata non idonea al consumo umano è stata destinata allo smaltimento. Ai responsabili degli illeciti è stata fatta una multa di 7.500 euro.

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche online.

Condividi questo articolo

Pubblicità