Giornata mondiale senza tabacco, l’importanza della prevenzione

PISA - Il 31 maggio l’Oms-Organizzazione mondiale della sanità celebra la Giornata mondiale senza tabacco – World no tobacco day. È l’occasione per ricordare che il consumo di tabacco (tabagismo) è la seconda causa di morte nel mondo e soprattutto la principale causa di decessi evitabili: ogni anno quasi 6 milioni di persone muoiono a causa del tabagismo, e di loro oltre 600mila erano non fumatori esposti al fumo passivo.

Il tema proposto dall’Oms per il 2022 è focalizzato sull'impatto del tabacco sul pianeta: dalla coltivazione, alla produzione, alla distribuzione e ai rifiuti.

Anche in Aoup, oltre al divieto di fumo, che vige su tutta l’area ospedaliera ad esclusione dei parcheggi esterni, si ricorda che disperdere mozziconi dei prodotti da fumo nell’ambiente è vietato dalla legge e sanzionabile con una multa da 60 a 300 euro (fino al reato penale per getto pericoloso di cose) ma, soprattutto, è un gesto di grande inciviltà a danno di tutti perché è causa di incendio e di inquinamento, comportando anche un notevole impegno economico per la pulizia degli spazi comuni dell’area ospedaliera e dell’impianto fognario.

L’Iss-Istituto superiore di sanità evidenzia come, dopo un lungo periodo di stagnazione, quest’anno si assiste a un incremento di oltre 2 punti percentuali nella prevalenza di fumatori e fumatrici in Italia; dal 22% nel 2019 in era pre-pandemica al 24.2% di quest’anno.

Il Centro antifumo della Pneumologia dell’Aoup rinnova l’invito a smettere di fumare seguendo il programma di aiuto che si basa su terapie farmacologiche unite a un counselling di tipo comportamentale.

Al Centro si accede telefonando allo 050.996467 o al Cup (050.995995).

Servizi di cronaca e pubblica utilità nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili anche online.

Condividi questo articolo

Pubblicità