Riammesso lo studente espulso per stalking dal Sant’Anna

PISA - Riammesso alla S.Anna lo studente che era stato espulso dopo che la sua ex fidanzata, a sua volta allieva della Scuola pisana,  lo aveva accusato di stalking e di averla colpita con uno schiaffo con conseguente decreto di ammonimento del questore. Lo ha deciso il Consiglio di Stato, accogliendo il ricorso della difesa dello studente contro la sentenza del Tar di Firenze, annullando così l'espulsione decretata dall'Ateneo nell'aprile 2021.

In precedenza il giovane era già stato riammesso dal Consiglio di Stato che aveva sospeso l'espulsione in attesa del giudizio di merito del Tar. In conseguenza di questa decisione la Sant'Anna aveva disposto l'allontanamento per tre mesi, disponendo poi l'espulsione dopo che il Tar le aveva dato ragione. Secondo i giudici amministrativi d'appello però "la migliore e certa dimostrazione che la sanzione dell'allontanamento sia stata quella che, tra tutte, ha sortito l'effetto più equo nell'interesse delle parti coinvolte, è rappresentata proprio dalla condotta serbata in seguito dall'interessato", improntata "a regolarità scolastica di impegno e profitto, e di comprensione del dovere di astensione dal commettere ulteriori episodi di violenza, che in sé restano oggettivamente deplorevoli. In particolare, pur essendo i fatti significativi, non si può esprimere nei confronti del ricorrente un giudizio di assoluta e irriducibile pericolosità, essendosi trattato, in definitiva, di un epilogo poco edificante di una relazione giovanile turbolenta ed immatura. Anche sul piano probatorio, del resto, fermo restando la significatività dell'accaduto, la mancata presentazione della querela da parte della controinteressata ha precluso il promovimento dell'azione penale, con la conseguenza che non si è potuto apprezzare con esattezza la proporzione dei patimenti sofferti dalla vittima, in termini di cambiamento delle abitudini di vita, sofferenza di un grave e perdurante stato di ansia e di paura, e di fondato timore per la propria incolumità psico-fisica".

Servizi di cronaca nel corso dei nostri notiziari (14.30 e 20.30) visibili in diretta anche online.

Condividi questo articolo

Pubblicità