Volontariato: il Cesvot compie 25 anni

Mezzo milione di persone fanno volontariato in Toscana e idealmente il Cesvot, che adesso ha 25 anni, le rappresenta tutte. La festa per il compleanno “tondo” c’è stata venerdì sera a Firenze. C’erano tutti i quattro presidenti che hanno gudiato il centro servizi in questo quarto di secolo. Il primo è stato Luciano Franchi. Poi ci sono stati Patrizio Petrucci e, fino al 2021, Federico Gelli.  Da gennaio 2022 il presidente è Luigi Paccosi, che in una lunga intervista a Telegranducato ha anticipato i temi dell’impegno futuro dell’organizzazione. Abbiamo seguito l’evento con una nostra troupe, proponendo collegamenti in diretta e ampi servizi nei nostri telegiornali (qui lo streaming).

Nella regione ci sono 27 mila enti no profit di cui 8528 iscritti ai registri regionali. Per tutte le associazioni, in 25 anni, il Cesvot ha attivato 300mila servizi. Sono serviti a rafforzare l’impegno nel sociale, a fronteggiare le emergenze vecchie e nuove (pensiamo alla pandemia e alla guerra), a dirigere l’impegno anche in settori nuovi.

Nelle interviste ad alcuni presidenti delle delegazioni territoriali (sono undici) sono emerse anche le difficoltà di enti e organizzazioni a ridefinirsi secondo le nuove normative dal Codice del Terzo settore.

Altri numeri che testimoniano l’impegno del Cesvot: 43mila consulenze, 65mila volontari ai corsi di formazione e aggiornamento, oltre 160 pubblicazioni scientifiche sul tema.

Solo negli ultimi due anni Cesvot ha ci sono state 1294 richieste di cittadini interessati a fare volontariato. Nel solo 2021 gli accessi al sito sono stati 1milione e 700mila.

Nuovi servizi sono in onda anche nei telegiornali di Telegranducato (canal 15 in tutta la Toscana) sia di sabato 11 che di domenica 12 giugno.

 

Condividi questo articolo

Pubblicità