Luminara, una notte magica a Pisa

PISA - Stasera, nella vigilia del patrono della città San Ranieri, torna a Pisa la Luminara che mancava da due lunghi anni a causa della pandemia. Oltre 100.000 lumini a cera, posizionati sulle facciate dei palazzi, illumineranno i due chilometri dei Lungarni, esaltando con il bagliore delle fiammelle le forme architettoniche degli edifici per creare un’atmosfera suggestiva e unica. La serata, che ogni anno richiama a Pisa migliaia di persone, si concluderà come da tradizione alle ore 23 con i fuochi d’artificio. Per la città è il tanto atteso ritorno alla normalità, con una edizione ordinaria della Luminara considerando che nel 2020 e 2021 erano stati illuminati in modo simbolico solo i palazzi comunali, Gambacorti e Mosca.

I circa 160 addetti selezionati insieme al personale del Comune e della ditta incaricata accenderanno uno ad uno i 100mila lumini sui Lungarni, compresi tra il Ponte della Cittadella e il Ponte della Fortezza, fino ad arrivare all’ora dell’imbrunire quando, grazie allo spegnimento dell'illuminazione artificiale pubblica e privata, i Lungarni inizieranno ad immergersi nella magica sera di San Ranieri. Alle 23 come tradizione, è previsto l’inizio dello spettacolo pirotecnico sui Lungarni, con una serie di spettacolari fuochi d'artificio (circa 30 minuti), sparati da 12 piattaforme galleggianti poste sull’Arno.

Un servizio con tutte le immagini a partire dal nostro tg della notte (visibile anche online).

Condividi questo articolo

Pubblicità