5 Stelle fuori dall’Aula, Berti va con Di Maio

Giuseppe Conte lo ha annunciato all'assemblea dei suoi parlamentari: il Movimento va fuori dall'Aula in Senato al voto di fiducia sul decreto aiuti. E si profila una crisi di governo a pochi mesi dalla fine naturale della legislatura. Per tutta la giornata c'era stato un asse tra Draghi, i leader dei partiti della maggioranza e lo stesso Conte. In serata, parlando all'assemblea dei parlamentari, l'ex premier ha annunciato la decisione. "Lo scenario è cambiato", ha detto. Prima Salvini, poi, con ragioni diverse, anche Letta, hanno detto che se c'è la crisi (e lo scopriremo nelle prossime ore) "torniamo alle urne".

L'ipotesi più probabile, in caso di elezioni anticipate, è quella di un voto a ottobre. Ma la decisione di sciogliere le Camere dovrà eventualmente essere presa dal presidente della Repubblica.

C'è anche un riflesso molto toscano nella vicenda intricata del Movimento e di questa scelta, che era nell'aria, di restare fuori dall'Aula. Ed è quella del passaggio di Francesco Berti al gruppo di Di Maio. Berti è uno dei più giovani deputati eletti nel 2018 ed è livornese. Con i 5 Stelle ha condiviso molte battaglie locali, prima di essere eletto nella lista proporzionale alla Camera.

Tutte le informazioni sul voto al Senato di giovedì e sulla crisi di queste ore sono anche in tv, nei nostri telegiornali in diretta.

 

Condividi questo articolo

Pubblicità