Carcere, protestano gli agenti in Toscana

Troppe violenze in carcere, gli agenti protestano.

Segnalano condizioni difficili, carenza di personale, aggressività dei detenuti. Nelle ultime settimane ci sono stati molti episodi gravi nelle strutture toscane. E hanno fatto salire il livello d’allarme.

Così i sindacati della polizia penitenziaria scendono in piazza anche a Livorno (lo avevano già fatto a Firenze) e chiedono più sicurezza nel loro lavoro. Hanno fatto un presidio sotto la sede della Prefettura e una loro delegazione ha incontrato il prefetto per segnalargli le principali criticità che vivono quotidianamente.

AL nostro telegiornale parla il segretario del sindaco Osapp, Luigi Porcu. Spiega che non è un problema di “tirarsi indietro”, perché il rischio in carcere c’è sempre e lo sanno in partenza. Oggi però le violenze dei detenuti sono aumentate e si registrano quotidianamente episodi gravi.

Condividi questo articolo

Pubblicità