I collegi incerti che decideranno il voto

L’istituto Cattaneo, stimato centro di ricerca in ambito socio economico, ha individuato i 50 collegi incerti, quelli dove (almeno per l’uninominale, in cui si vince anche con un solo in più rispetto all’avversario) potrebbero giocarsi le elezioni. E alcuni di questi sono in Toscana. L’elenco lo riporta Repubblica. Quali sono? Pisa, Grosseto, Arezzo. Si tratta di previsioni, naturalmente, basate sull’analisi dei dati e delle tendenze. Sono tutte città amministrate dal Centrodestra (con i sindaci Conti, Vivarelli Colonna; Ghinelli) ma il territorio del collegio è naturalmente più grande e comprende tutta la provincia (anzi, nel caso di Grosseto include anche la provincia di Siena).

Lo ricordiamo: i collegi uninominali per la Camera, nella nostra regione, saranno nove. Ecco la mappa. Coincidono in alcuni casi con le province, in altri no. La curiosità, per esempio, è che nel collegio di Pisa è compresa anche Fucecchio nell’empolese.

Ogni partito presenta anche dei listini bloccati per la parte proporzionale che incide per due terzi del numero dei parlamentari. In Toscana per la Camera sono quattro. E solo uno invece per il Senato, dove i collegi uninominali sono tre. Complicato? Ve lo spiegheremo con l’aiuto di un grande esperto di diritto e di regole, il professor Emanuele Rossi della Scuola Sant’Anna. Ma i partiti stanno già lavorando senza sosta per completare le liste (con i mugugni e le incertezze di sempre) pronti a consegnarle entro il 22 agosto. In quel momento la campagna elettorale entrerà nel vivo, con i programmi (pronti già prima) e i nomi per attuarli. I collegi incerti saranno una variabile importante per tutti. Un servizio oggi 1 agosto nei nostri telegiornali.

Condividi questo articolo

Pubblicità