I Grandi e i loro amori per la cucina

Cecina (LI) – In Toscana si torna a parlare del rapporto dei Grandi personaggi con la cucina, con la presentazione del volume "A tavola con i grandi. Ricette e curiosità dei personaggi illustri Italiani" (2021), a cura dell’Associazione Nazionale Case della Memoria.

I curatori del libro Adriano Rigoli e Marco Capaccioli, presidente e vicepresidente dell'Associazione Nazionale Case della Memoria, venerdì 12 agosto (ore 19) saranno infatti a Villa La Cinquantina a Cecina,inserita nel circuito delle Case della Memoria come Casa della Memoria di Francesco Domenico Guerrazzi.


L’incontro moderato Daniela Vianelli presidente di Coop Itinera e introdotto dall’assessore alla cultura del Comune di Cecina Domenico Di Pietro, sarà dedicato alla presentazione del volume, un percorso tra ricette e curiosità ispirato dal bicentenario della nascita di Pellegrino Artusi (1820-2020)ideato per conoscere da una prospettiva diversa i tanti personaggi illustri che compongono il grande
mosaico dell’Associazione Nazionale Case della Memoria. A seguire, ecco l’intervento di Daniela Vianelli,dal titolo “Guerrazzi a Cecina: appunti per ricostruire il profilo di un grande personaggio”.

«Nella ricca programmazione estiva In Cinquantina, che quest'anno ha animato la Villa grazie allagrande partecipazione del pubblico, non poteva mancare un appuntamento con Guerrazzi che quiha deciso di trascorrere l'ultima parte della sua vita – commenta l’assessore alla cultura del Comunedi Cecina Domenico Di Pietro -. Abbiamo scelto il 12 agosto, compleanno di Guerrazzi, perpresentare il volume "A tavola con i grandi", con il quale scopriremo aspetti della quotidianità di ungrande personaggio storico, attraverso il linguaggio universale e familiare della cucina.

L'appuntamento con Guerrazzi ci proietta a quello più importante che ci aspetta nel 2023 inoccasione del 150 anniversario della sua morte, a cui vogliamo dedicare un anno intero diprogrammazione e attività culturale dal 23 Settembre 2023 al 12 Agosto 2024. Ringraziol'Associazione Case della Memoria per la disponibilità, la Cooperativa Itinera che ha voluto arricchirela giornata e gli uffici comunali che si sono dedicati all'organizzazione dell'evento».Focus ovviamente su Francesco Domenico Guerrazzi, animatore del movimento risorgimentale e
scrittore di successo che decise di passare a Cecina gli ultimi anni della sua vita. Guerrazzi compareall’interno del volume con la ricetta del budino di semolino. Come si legge nel volume, infatti, Guerrazzi“gradiva molto il dolce classico di famiglia: “Un gran budino di semolino, ben infarcito di cedro candito edi uva passolina e coperto di crema all’uovo”. Ne viene proposta la versione tratta da: “La scienza in
cucina e l’arte di mangiar bene” di Pellegrino Artusi: Ricetta n° 657 Budino di Semolino.

Condividi questo articolo

Pubblicità