Capitale della cultura italiana, si candida la Valdera

FIRENZE - La Valdera corre per diventare Capitale della Cultura Italiana 2025, partecipando al bando indetto dal ministero della Cultura tra 16 città italiane che hanno presentato la candidatura. Il paese di Peccioli (Pisa) è capofila di otto Comuni dell'area associati al progetto. Gli altri sono Capannoli, Casciana Terme Lari, Chianni, Lajatico (il paese di Andrea Bocelli), Palaia, Ponsacco, Pontedera (la città della Piaggio) e Terricciola. La candidatura è stata presentata stamani dal presidente della Regione Eugenio Giani e dal sindaco di Peccioli Renzo Macelloni nella sede della Regione a Firenze, in palazzo Strozzi Sacrati. Il 13 settembre il progetto dovrà essere consegnato al ministero della Cultura; il 15 novembre saranno ufficializzate le 10 finaliste, il 20 dicembre si terranno le audizioni. Il 17 gennaio 2023 sarà proclamata la città dell'anno 2025. Per il presidente Giani "della Valdera è una candidatura che conferma il valore della cultura Toscana anche alla luce del futuro e della contemporaneità. Si fa strada un modello che attinge appieno al patrimonio delle singole comunità territoriali per costruire qualcosa di nuovo, grazie a percorsi condivisi e alla consapevolezza che senza progetti, visione strategica e sviluppo non può esserci 'buona vita'".

Condividi questo articolo

Pubblicità