Incendio nella notte, distrutti due mezzi in Via Giordano Bruno

LIVORNO- Un incendio distrugge due mezzi posteggiati in via Giordano Bruno. Completamente distrutti un camper ed un auto.

Nello stesso cortile dove nella notte tra domenica e lunedi era precipitato Denny Magina, un ragazzo di 29 anni sulla cui morte c’è l’ipotesi di un possibile omicidio e si attende l’esame autoptico per ricevere conferma o negazione.

Difficile pensare che il rogo divampato nelle ultime ore del 23 agosto possa essere attribuito ad un corto circuito o ad altro genere di fatalità.

I due episodi avvenuti nel volgere di così poco tempo stanno facendo salire un elevato clima di tensione.

I residenti della zona evidenziano il loro timore, chiedono maggiore sicurezza per una zona nella quale il degrado è tangibile.

rogo

Molti gli episodi che vedono l’area coinvolta in vicende di spaccio e prostituzione e questi ultimi due episodi, difficili da tenere staccati, indicano gli elevati livelli raggiunti.

I residenti accorsi in strada poco prima dell’arrivo dei vigili del fuoco che hanno provveduto a spegnere le fiamme hanno dichiarato che fino ad un ora prima erano ancora in strada a fare veglia per la morte del ragazzo per poi tornare alle proprie abitazioni e sentire dopo poco lo scoppiettare delle fiamme che bruciavano i due mezzi.

Se fosse un avvertimento, da quale pericolo si devono guardare? E’ forte l’appello ad una azione decisa delle forze dell’ordine per evitare guerre private e poter ottenere giustizia e tranquillità tra coloro che hanno già il peso quotidiano di una condizione non facile ma che viene affrontata con onestà.

Condividi questo articolo

Pubblicità