Il saluto della città alle vittime dell’alluvione

LIVORNO- La terribile notte tra il 9 e il 10 settembre 2017 viene rivissuta nel quinto anno da quella tragedia per salutare le 8 vittime che vi persero la vita.

saluto della città e fiaccolata

Danni ingenti provocati dalla rabbia delle acque. Un lungo lavoro programmato col fine di non andare incontro a disastri simili, ma per le vite perse non si può fare niente e le fiaccole che partono dall’allestimento fotografico permanente “risorgi livorno” e poco dopo transita davanti alla abitazione dove in un solo colpo persero la vita 4 persone, tra queste un bambino di 4 anni. Una marcia che prosegue per far meta alla rotonda d’ardenza la dove le acque trovarono sfogo riversando tonnellate di fango, ogni genere di cosa portata via dalle acque, comprese quelle altre vite trascinate dalla corrente.

All’arrivo alla rotonda c’e’ una mostra da poco inaugurata che restituisce immagini di quei cinque anni fa e degli interventi effettuati nel corso degli anni successivi. Tutto intorno un corredo di associazioni di volontariato coordinate dalla protezione civile che con personale, mezzi e attrezzature sensibilizzano la cittadinanza sulle tematiche della protezione civile.

Una fiaccolata che rende omaggio alle vittime e giunge in un luogo dove fa da corona una grande famiglia quella del volontariato che insieme alla protezione civile è ulteriormente cresciuta come risposta emotiva al dolore di quei giorni.

Condividi questo articolo

Pubblicità