Festa inaugurale di “Villa Poliedrica”

CAPANNOLI - Finalmente, superata la fase critica della pandemia, sono riprese a pieno regime le attività di Villa Poliedrica nei nuovi locali del Comune.

Ieri pomeriggio, alla presenza della Sindaca Arianna Cecchini, dell’assessora alle politiche sociali Gloria Vallini, della Direttrice della Società della Salute Patrizia Salvadori, sono stati inaugurati i locali messi a disposizione dall’Amministrazione Comunale, dopo che un cittadino alcuni anni fa aveva deciso di donarli al Comune. Presenti tutti i ragazzi e le ragazze che frequentano Villa Poliedrica ogni giorno e i responsabili della Cooperativa Arnera che gestisce il servizio. Tutto inizia dalla donazione in vita di Giampiero Squarcini, un cittadino capannolese che scelse di lasciare al Comune il proprio appartamento dopo la morte per destinarlo ad attività sociali. In pieno lockdown l’Amministrazione Comunale decise di spostare le attività di Villa Poliedrica, servizi dedicato a giovani disabili, nel nuovo appartamento, posto nel centro storico del capoluogo, in modo da avere spazi più grandi e offrire nuove opportunità ai ragazzi. “Una scelta che ci riempie di orgoglio, negli occhi dei ragazzi era visibile la gioia di nuovi spazi, tante stanze, una terrazza dove svolgere attività, è stata una scelta che guarda al futuro dei più deboli” commenta la Sindaca Arianna Cecchini che prosegue “Nato in via sperimentale, grazie al contributo del Comune di Capannoli e di Regione Toscana, oggi Villa Poliedrica è un punto di riferimento per l’intera Valdera, un servizio su cui le famiglie possono contare; Capannoli ha deciso di migliorare ed incrementare il servizio in un momento in cui c’è ancora più bisogno di sostegno alle fragilità”.

“Un ringraziamento al Comune che ha messo a disposizione questi spazi, qui potremo avviare anche nuove attività, oltre al le attività diurne”; con queste parole la Direttrice della Sds Patrizia Salvadori ha ringraziato il Comune. Presenti anche i referenti della Cooperativa Arnera, che per voce di Emiliano Accardi ha ringraziato Comune ed Sds per la grande e sfidante opportunità.

Condividi questo articolo

Pubblicità