Incendi boschivi, il record del 2022

Da gennaio a settembre in Toscana ci sono stati 591 incendi boschivi. Un numero altissimo, superiore di quasi il 60% alla media degli ultimi anni. Va ancora peggio se consideriamo la superficie interessata: più di 2200 ettari, il doppio di ogni anno dal 2015 ad oggi. Per ogni incendio, piccolo o grande, si sfiorano i 4 ettari.

Il record naturalmente è per l’incendio di Massarosa a metà luglio. Sono stati 900 gli ettari attraversati dalle fiamme. Ci sono stati danni alle abitazioni e tante persone sono state costrette a restare fuori casa. Per giorni abbiamo raccontato cosa stava accadendo nel cuore della Versilia. Un patrimonio ambientale che andava in fumo per l’azione dell’uomo, un rischio enorme per le comunità locali. E un danno notevole anche per l’economia.

Simile, anche per le proporzioni (800 ettari) l’incendio di Cinigiano in provincia di Grosseto, che si è sviluppato in quello stesso periodo. Anche lì si è temuto il peggio, poi per fortuna il fronte è stato arginato.

In totale hanno operato quattromila volontari e cinquecento operai forestali. I mezzi impiegati sono stati settecento. La Regione Toscana ha impegnato dieci elicotteri. Il coordinamento è stato di una sala operativa regionale e di sette sale provinciali. Proprio questo dispiego di forze ha impedito conseguenze peggiori, E ora, nel presentare il bilancio di quest'anno degli incendi boschivi, c’è l’impegno ancora più forte, e necessario, alla prevenzione.

 

Condividi questo articolo

Pubblicità