Meteo: arriva nuova perturbazione nel weekend

ROMA - Oggi è tregua meteo ma già da domani e per tutto il weekend una nuova perturbazione, la prima di dicembre, interesserà soprattutto il Centro-Nord portando piogge e neve su Alpi e Appennini. Già alla fine della giornata odierna i primi richiami sud-orientali di aria umida determineranno qualche precipitazione al Nordest e in Sardegna. Nella seconda parte di venerdì verrà coinvolto il Centro ad iniziare dal Lazio. E' quanto afferma Andrea Garbinato, responsabile redazione del sito www.iLMeteo.it, che annuncia per almeno una decina di giorni piogge da Milano a Roma e diffuse nevicate sulle Alpi. Da sabato le piogge saranno più intense tra Toscana, Lazio e Campania, ma anche al settentrione, specie nella seconda parte della giornata. Qualche isolato rovescio colpirà nuovamente la Calabria ionica. La prima domenica di dicembre vedrà lo stesso copione: piogge soprattutto sul Triveneto e sulla fascia tirrenica. Al Sud potrebbero passare acquazzoni un pò più diffusi dalla Sicilia verso la Calabria e la Puglia. Arriva anche la neve: già nelle prossime ore qualche fiocco è previsto sulle Alpi Orientali, ma la vera perturbazione entrerà sabato pomeriggio portando nevicate a tratti moderate su Alpi centrali e Appennino ligure, fino ai 700 metri di quota. In serata le nevicate saranno diffuse su tutto l'arco alpino da Ovest verso Est con un accumuli medi di 10-20 cm oltre i 1200 metri di quota. Domenica 4 dicembre sono attesi altri 10-20 cm su tutte le Alpi oltre i 1300 metri di quota, con accumuli leggermente superiori sul settore altoatesino e friulano. Nel dettaglio - Giovedì 1. Al nord: cielo irregolarmente nuvoloso. Al centro: nubi irregolari. Al sud: ultime piogge al mattino. - Venerdì 2. Al nord: cielo coperto, spruzzate di neve sulle Dolomiti. Al centro: peggiora nel pomeriggio sulle Tirreniche. Al sud: cielo spesso coperto. - Sabato 3. Al nord: piogge via via più diffuse, neve a 1000 metri. Al centro: piogge via via più diffuse e forti sulle Tirreniche, neve a quote alte. Al sud: maltempo sulle zone ioniche.

Condividi questo articolo

Pubblicità