ADM blocca 126 tonnellate di mangime sospetto

LIVORNO- I funzionari dell’Agenzia delle Accise, Dogane e Monopoli (ADM) di Livorno, con il supporto del personale dell’Ufficio Veterinario Adempimenti Toscana al Posto di Ispezione Frontaliera Livorno/Pisa, hanno operato un sequestro amministrativo finalizzato alla confisca di 126.380 kg di mangimi per animali in esportazione per la Nigeria, per divieti connaturati all’esportazione. 

Si tratta di una partita di mangimi dichiarata come “mangime per animali da compagnia” (pet food).

Dalla verifica fisica emergeva una evidente criticità in merito alle etichettature poste sui sacchi del mangime, inoltre la merce presentava componenti disaggregate, tali da renderle difficilmente utilizzabili direttamente come mangimi per pet food.

Tale mangime, per le caratteristiche evidenziate e rilevate all’atto della verifica, avrebbe potuto essere utilizzato dal destinatario come mangime per animali da reddito.

La mancanza di chiarezza e la scarsa rintracciabilità ha portato alla decisione del blocco del carico. La meticolosa attenzione è da individuare nel rischio che questi mangimi potrebbero contenere il morbo della BSE, la c.d.“mucca  pazza”, e dunque entrare nella catena alimentare degli animali da reddito e poi nella catena alimentare umana, contagiando così gli esseri umani con un morbo altamente pericoloso.

Condividi questo articolo

Pubblicità