Il 2023 sarà l’anno dei cantieri

ROMA - Il 2023 sarà l'anno dei cantieri, da una parte per gli effetti dei fondi sbloccati dal Cipess (4,55 miliardi per opere da Nord a Sud), dall'altra per l'attesa entrata in vigore del nuovo Codice degli Appalti finalizzato a tagliare burocrazia e velocizzare i lavori.

 E' questa l'ambizione del vicepremier e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Matteo Salvini spiega una nota del Mit che  elenca tutti gli appalti per una serie di opere Anas in tutta Italia (attese e richieste dai territori) e che sono state completamente finanziate che pariranno da gennaio.

Variante in comune di Massa 1° lotto (Canalmagro - Stazione) Importo: 43.164.000 Euro; ss.n.12 dell'Abetone e del Brennero; sistema Tangenziale di Lucca - Viabilita Est di Luccan comprendente i collegamenti tra Ponte a Moriano ed i caselli dell'autostrada A11 del Frizzone e di Lucca Est

Condividi questo articolo

Pubblicità