La spesa più cara in Toscana

Firenze - Anche il luogo dove si fa la spesa fa la differenza. In Toscana ci sono differenze tra provincia e provincia al primo posto c’è Arezzo con 528 euro in più. Poi Grosseto + 517 euro. Chiude la classifica Pisa con + 387 euro. Fare la spesa è costato molto di più ai residenti di Arezzo che hanno dovuto aggiungere al loro budget 528 euro per mettere in tavola pane, pasta, latte, carne e pesce rispetto ai residenti della provincia di Pisa (+387). C’è una forbice di 141 euro tra la prima e l’ultima della classifica stilata da Coldiretti Toscana sulla base dei dati relativi all’inflazione nei dodici mesi del 2022.

Nella classifica delle province dove riempire il carrello è stato più costoso troviamo al secondo posto Grosseto con 517 euro che ha chiuso l’anno con il tasso di inflazione più alto di tutta la regione (12,7%) contro una media del 12% stabile rispetto al mese di novembre 2022. Al terzo posto troviamo Pistoia con 500 euro. Poco distante con 489 euro, al quarto posto, la provincia di Massa Carrara che precede Firenze con 478 euro in quinta posizione. Seguono poi Livorno con 453 euro, Siena con 444 euro e Lucca con 410 euro. Chiude la classifica, come anticipato, Pisa con 387 euro di rincari.

 

 

Condividi questo articolo

Pubblicità