Controlli ai cantieri edili, scattano due denunce

CECINA - Proseguono i controlli in materia di sicurezza sul lavoro da parte dei Carabinieri del Comando Provinciale di Livorno e del NIL – Nucleo Ispettorato del Lavoro al fine di garantire la sicurezza sui luoghi di lavoro, tutelare i lavoratori e limitare incidenti che troppo spesso hanno terribili conseguenze.

All’esito di alcuni controlli presso un cantiere di Cecina, i Carabinieri della Stazione di Cecina e del NIL hanno deferito in stato di libertà i titolari di due imprese edili del territorio. Entrambi, un 48enne italiano e una 36 albanese, sono stati ritenuti responsabili di aver violato la normativa di settore che prevede l’obbligo dell’uso dei dispositivi di protezione individuali per i dipendenti. Inoltre, è stata loro contestata anche l’inidoneità, ai fini della sicurezza, delle opere previsionali quali la mancanza di traversi correnti, tavole fermapiede e cancelletti.

Nello specifico sono state elevate due ammende per un totale di 789 euro.

La campagna di controlli congiunti da parte dell’Arma territoriale e dei Carabinieri del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Livorno, che proseguirà su tutto il territorio, rientra in una più ampia strategia di tutela dei lavoratori e di sicurezza dei luoghi di lavoro, disposta dal Comando Legione Carabinieri Toscana, per prevenire ed arginare il tragico fenomeno degli incidenti sul lavoro.

Condividi questo articolo

Pubblicità