Il Covid torna a fare paura

Il Covid torna e c’è il rischio, adesso, che le feste di fine anno aumentino ancora di più il contagio. Niente più mascherine, pochissimi vaccini, una progressione quasi esponenziale dei nuovi casi. E così potrebbe essere un altro Natale condizionato dalla pandemia. Il virus che si sta diffondendo si chiama Eris ed è una variante di Omicron. Avanza anche la variante Pirola, appena arrivata in Europa. Eris provoca febbre alta per qualche giorno e dolori diffusi (anche il mal di testa).

In Toscana (ma la tendenza è uniforme in Italia) i nuovi positivi sono triplicati in un mese. E presto potrebbero aumentare i ricoveri in ospedale, che ora sono 541.

I dati dell’ultima settimana dicono che ci sono stati, nella nostra regione, oltre 3200 casi. Ai primi di novembre erano 1200. I decessi in una sola settimana sono stati 36 (ed erano appena 16).

Il consiglio è quello di indossare le mascherine nei luoghi più affollati e di sottoporsi al tampone in presenza dei primi sintomi.

E poi naturalmente c’è il vaccino, consigliato a sei mesi dalla dose precedente o dall’infezione diagnosticata. Per ora siamo lontani dai numeri degli anni scorsi. Nella nostra regione si sono vaccinati appena 45mila over 60. Una percentuale molto bassa rispetto al vaccino per l’influenza.

Insomma, il Covid torna e per ora almeno le misure per fronteggiarlo non sembrano più bastare. Ulteriori aggiornamenti nei telegionali di oggi, 9 dicembre.

 

 

Condividi questo articolo

Pubblicità