Anche quest’anno ci sarà la “Benedizione dei Greci”

LIVORNO - Anche quest’anno la benedizione dei Greci sarà impartita a Livorno dal Metropolita d’Italia Polykarpos. Il rito, noto e caro ai livornesi da tempi remoti, si svolgerà in due fasi.

Alle ore 10.00 il Metropolita Polykarpos celebrerà la Divina Liturgia nella chiesa della Dormizione della Vergine, all’interno del cimitero greco-ortodosso di via Mastacchi 225. Al termine della funzione i presenti riceveranno dal celebrante la benedizione per aspersione.  

Successivamente avverrà il trasferimento (con mezzi propri) a S. Jacopo in Acquaviva, dove alle ore 12.00, nel piazzale antistante il Moletto, si terrà il rito della Benedizione delle Acque, che prevede l’immersione della Santa Croce in mare.

I due momenti liturgici, che santificando le acque in invocazione di prosperità ricordano e rappresentano il Battesimo di Cristo, sono radicati nella tradizione ortodossa ma anche nell’identità livornese.

Prima della ripresa dell’anno scorso, l’ultima benedizione dei Greci era stata impartita a Livorno nel 2003 dal Metropolita d’Italia Gennadios, in presenza del Vescovo Alberto Ablondi e di tutte le autorità civili e militari locali.

Anche quest’anno, alle celebrazioni sono state invitate le massime autorità civili, religiose e militari cittadine, e i rappresentanti dello Stato ellenico in Italia e a Livorno.

La chiesa di S. Jacopo in Acquaviva è legata agli albori della presenza greca nella città di Livorno: per alcuni decenni fu infatti il luogo di culto dei primi greci arrivati nella nuova città medicea, prima della costruzione della chiesa dell’Annunziata in via della Madonna agli inizi del Seicento.

Condividi questo articolo

Pubblicità