Carbonizzato nel bosco, prima è stato massacrato

PISTOIA - E' stato massacrato di colpi e poi  forse quando ancora respirava ed era agonizzante chi lo ha ucciso ha cosparso il corpo di liquido infiammabile ed ha dato fuoco. Sarebbe morto cosi Alessio Cini, 57 anni il tecnico tessile di Prato il cui cadavere  è stato trovato semicarbonizzato l'8 gennaio scorso davanti alla sua casa  nelle campagne pistoiesi.

La conferma è arrivata nelle scorse ore dall'autopsia: i medici legali hanno definitivamente  escluso l'ipotesi del suicidio  e la Procura di Pistoia ha aperto un fascicolo per omicidio volontario. Cini viene descritto come una persona perbene. Dalle indagini era emersa una preoccupazione recente legata alla perdita della sua casa finita all'asta

 

Condividi questo articolo

Pubblicità