Concluso intervento idrico di Acque

COLTANO - Si è ufficialmente concluso nelle settimane scorse, con la dismissione della vecchia condotta e l’entrata in funzione della nuova tubazione, l’intervento di Acque per la sostituzione di oltre un chilometro di acquedotto a Coltano. Si è trattata della prima, importante operazione sulla condotta principale a servizio della frazione, passante per via della Sofina. Un lavoro, quello terminato a fine 2023, che garantirà fin da subito benefici significativi, in termini di efficientamento del servizio per gli utenti e di riduzione del rischio di guasti su un tratto di rete particolarmente datato.

L’intervento del gestore idrico del Basso Valdarno, svolto in accordo con l’amministrazione comunale di Pisa, ha comportato un investimento da 150mila euro, e si è concentrato sul tratto di condotta che parte dall’incrocio con via dei Palazzi: qui sono stati posati e attivati oltre 1.000 metri di nuove tubazioni. A causa di alcune complessità e delle condizioni meteo non sempre favorevoli, le attività sono durate qualche settimana in più rispetto a quanto previsto inizialmente, ma ciononostante non hanno causato disagi alla viabilità, poiché i lavori sono stati eseguiti tramite “trivellazione orizzontale controllata”, tecnica che consente di installare tubazioni nel sottosuolo senza ricorrere a sistemi di scavo a cielo aperto. Oltre che un ammodernamento l’intervento rappresenta anche un potenziamento della rete idrica: le nuove condotte hanno un diametro maggiore di quelle dismesse, e sono realizzate con un materiale più resistente rispetto a quello utilizzato in passato.

“Quello di Coltano - ricorda Simone Millozzi, presidente di Acque - è un sistema idrico molto complesso, con una condotta di notevole estensione che rifornisce un nucleo abitativo di dimensioni piuttosto contenute. Anche se questo intervento non può essere considerato totalmente risolutivo delle problematiche registrate negli ultimi anni, si tratta di un importante passo avanti, al quale faranno seguito ulteriori investimenti sino al superamento di ogni disagio in termini di continuità del servizio”.

Condividi questo articolo

Pubblicità