E’ morta Sandra Milo, aveva 90 anni

ROMA - È morta Sandra Milo. Aveva 90 anni, si è spenta in casa, tra l'affetto dei suoi cari. L'annuncio è stato fatto dalla famiglia. Sandrocchia, come l'aveva soprannominata Federico Fellini per il quale è stata una musa, è stata una delle attrici più popolari del cinema italiano. Milo, all'anagrafe Salvatrice Elena Greco, era nata a Tunisi l'11 marzo 1933. Una settantina i suoi film. Ha lavorato con tanti grandi registi, da Roberto Rossellini ad Antonio Pietrangeli, da Sergio Corbucci a Fellini, da Luigi Zampa a Dino Risi, da Luciano Salce a Duccio Tessari, da Pupi Avati a Gabriele Salvatores fino a Gabriele Muccino.

"La notizia della morte di Sandra Milo ci addolora moltissimo, la ricordiamo con lo stesso affetto che ha sempre espresso e riservato per la cittadinanza e per il nostro territorio che amava molto." Il Sindaco di Vicopisano, Matteo Ferrucci, a nome della Giunta e dell'Amministrazione, esprime il cordoglio per la scomparsa di questa grande attrice, una delle muse di Fellini, che a Vicopisano aveva trascorso la sua infanzia e la prima adolescenza, e al contempo rammenta lo stretto legame umano che Sandra Milo aveva con la nostra comunità.

"In particolare con l'indimenticata nostra concittadina Maria Gioconda Rosati _ spiega il Sindaco _ con la quale Sandra Milo è sempre rimasta in contatto, fino agli ultimi giorni di vita di Gioconda, venuta a mancare nell'aprile 2021. Proprio grazie a questa profonda amicizia Milo era tornata a Vicopisano in occasione della Festa Medievale del 2019, accompagnata da uno dei figli di Gioconda, Francesco, accolta dall'Assessora Fabiola Franchi e dall'Amministrazione oltreché da altre amiche dei tempi in cui aveva vissuto nel borgo e da moltissime persone, di ogni età, che volevano esprimerle ammirazione e applaudirla. L'attrice si era dimostrata  _ continua il Sindaco _ gentile e disponibile con tutti, colpita e commossa dall'accoglienza, fino al lungo abbraccio, colmo di ricordi e sentimenti, con Gioconda con la quale si era ritagliata uno spazio più intimo per rivedere la casa dove abitavano e tornare insieme in quel passato che le aveva viste vicine. 'come sorelle', dicevano entrambe."

Condividi questo articolo

Pubblicità