Scontri manifestazioni: interviene il ministro alla Camera

PISA - Gli episodi violenti in occasione delle manifestazioni degli studenti di venerdì scorso a Pisa ed a firenze sono stati al centro dell'informativa di Matteo Piantedosi alla Camera dove il ministro ha dichiarato tutti auspichiamo che le manifestazioni pubbliche si svolgano pacificamente e senza incidenti e quando si giunge al contatto fisico con ragazzi minorenni è comunque una sconfitta ed è ancor più necessario svolgere ogni verifica con puntualità, obiettività e trasparenza".

Nell'audizione il ministro ha ricostruito la dinamica, facendo presente che le cariche di alleggerimento sono partite per garantire l'incolumità degli operatori di polizia, compressi contro l'automezzo collocato alle loro spalle, consentendo al personale di avanzare di qualche metro e di allentare così la pressione dei manifestanti. Negli scontri sono rimasti contusi 17 manifestanti, di cui 11 minorenni, e 2 funzionari della Polizia di Stato. L'attività investigativa avviata nell'immediatezza ha consentito di deferire in stato di libertà 4 persone per il reato di resistenza aggravata a pubblico ufficiale e per violazione dell'articolo 18 del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza. Si tratta di maggiorenni, tutti con precedenti per reati attinenti all'ordine pubblico.

Intanto questo sabato è già in programma una nuova manifestazione degli studenti e delle associazioni. In questi giorni il sindaco ha incontrato i ragazzi in commissione consiliare e nella mattina di questo giovedì si è recato presso IL LICEO ARTISTICO Russoli, in via san frediano dove sono avvenuti gli scontri.

Condividi questo articolo

Pubblicità