Neonato “sparisce” dal Santa Chiara, le ricerche

Pisa- Il neonato è nato da poco e dagli esami delle sue urine emergono tracce di sostanza stupefacente.

Scatta una prassi che inizia con una riunione tra i rappresentanti dell’Azienda ospedaliero-universitaria pisana e i servizi sociali.

Potrebbe esserci la possibilità di prendere in carico il neonato, anche in relazione al fatto che la coppia dei genitori, già nota alle forze dell’ordine, è da tempo attenzionata.

Il neonato è il quarto figlio. Sul che fare si decide dapprima di effettuare un colloquio conoscitivo con i due, lui tunisino, lei italiana ma al colloquio i due non si presentano, anzi, la madre e il neonato non sono neanche più al Santa Chiara dove la donna ha partorito.

Una fuga che non evita possibili decisioni come quella dell’affido che non sembra venire accettato dai due.

Scattano le ricerche da parte dei Carabinieri. In serata il padre viene rintracciato a Calci in compagnia del figlio più grande ma non collabora dando informazioni di dove possa essere la madre col neonato.

La mancata collaborazione fa scattare a questo punto un corredo di altre forze: Polfer, Polmare, Polaria per intercettare ogni possibile spostamento.

Il tutto mentre i servizi sociali si rivolgono al Tribunale dei Minori per avere indicazioni di iter legale sulla perdita della responsabilità genitoriale per casi particolarmente difficili.

Ne parliamo nei nostri notiziari che possono essere seguiti su cellulare e smartphone con la App di Live tv dal sito Granducatotv.it

Condividi questo articolo

Pubblicità