Istituto storico della Resistenza: chiti è il presidente

L’ex ministro e presidente della Regione Toscana Vannino Chiti è il nuovo presidente dell'Istituto storico toscano della Resistenza e dell'Età contemporanea. Succede a Giuseppe Matulli, scomparso pochi giorni fa.

La nomina è stata decisa dal consiglio dell’ente, che ha appena celebrato i 70 anni di attività. Con Chiti collaboreranno i vicepresidenti Valeria Galimi e Andrea Morandi. Confermato il direttore Matteo Mazzoni.

Vannino Chiti, spesso ospite dei nostri telegiornali e dei nostri programmi di approfondimento, ha 76 anni. E’ stato dirigente del Partito comunista (che poi si è trasformato in Pds, Ds e ora Pd).

Ha governato la Regione dal 1992 al 2000, prima di Claudio Martini. Poi, diventato parlamentare, Giuliano Amato lo ha voluto come sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Nel governo Prodi (2006-2008) è stato ministro per i Rapporti con il Parlamento e le Riforme istituzionali. Successivamente è stato vicepresidente del Senato per cinque anni (2008-2013) e infine ancora parlamentare fino al 2018. Ha scritto molti libri sulla storia della sinistra italiana e sulle religioni. In queste ore gli stanno arrivando le congratulazioni di tutto il mondo politico toscano

 

Condividi questo articolo

Pubblicità