Lutto nel mondo del teatro, si è spento Aldo Bagnoli

LIVORNO - Una notizia purtroppo che si attendeva da giorni, viste le precarie condizioni di salute, si è spento nella prima mattina di questa domenica Aldo Bagnoli, figura nota nella città di Livorno e non solo. Ed è lutto nel mondo del vernacolo e dello spettacolo tutto. Bagnoli, che a giungo avrebbe compiuto 88 anni, ha iniziato la sua attività nel del teatro al centro artistico il Grattacielo di Livorno, e già in questo ambito è riuscito a vincere importanti riconoscimenti. La sua fama è legata però soprattutto al mondo del vernacolo, con le sue eccezionali interpretazioni di donna popolare livornese, piena di gioielli, infinitamente attaccata alla famiglia, una famiglia sicuramente matriarcale dove la donna rappresenta il centro di ogni relazione. Questo insieme soprattutto al forte legame con un altro grande del Vernacolo livornese il commediografo Giuseppe Pancaccini che ha sempre visto in Aldo Bagnoli il fulcro dei suoi personaggi. Il più grande e fidato collaboratore così lo definisce proprio Pancaccini, che ricorda anche come sia nata la conoscenza con Bagnoli. Lavorava infatti nello storico negozio Cocchini, nel centro di Livorno ed anche in quel contesto spiccava la sua ironia, la sua grande allegria le battute sempre pronte, il suo modo di essere aperto con gli altri.

Tantissime le commedie che pancaccini e Bagnoli hanno vissuto insieme prima nella compagnia di Gino Lena, un altro grande del mondo della commedia e del vernacolo, poi insieme a Tina Andrei indimenticabile artista e poi ancora insieme nella compagnia Il Carrozzone. Aldo - ricorda Pancaccini - ha lavorato in tutte le mie trenta commedie ricoprendo tutti i ruoli : il contadino, l’orafo, l’antiquario, addirittura la vecchia, in un memorabile spettacolo alla Gran Guardia, per poi diventare, a partire dal 1990, una grande popolana, una delle più grandi di sempre. Questo ruolo lo rivestì per caso, per salvarmi uno spettacolo, ma non per caso è diventato quello che è stato, ovvero il protagonista assoluto del Teatro Vernacolare Livornese degli ultimi trent’anni. Una notizia che è arrivata proprio nel giorno della rappresentazione al teatro 4 Mori della commedia di Pancaccini la Malata immaginaria, la prima che lo stesso Aldo bagnoli ha interpretato e che a lui in questo giorno viene dedicata con un lungo applauso alla sua memoria.

Condividi questo articolo

Pubblicità