Bernini: “sbagliata ogni forma di boicottaggio”

PISA - Dopo la scelta della Normale di Pisa sugli accordi con Israele interviene anche il ministro Bernini dell'Università e della ricerca come scrive il Corriere della Sera. "Radicalmente sbagliata ogni forma di esclusione o boicottaggio, estranea alla tradizione e alla cultura dei nostri Atenei, da sempre ispirati all'apertura e all'inclusività". Così la ministra in merito alla scelta della Scuola Normale Superiore di Pisa di approvare, in Senato accademico, una mozione che chiede al ministero degli Affari esteri e della cooperazione internazionale di riconsiderare il bando scientifico 2024 emesso il 21 novembre 2023 in attuazione dell'"Accordo di cooperazione industriale, scientifica e tecnologica Italia-Israele".

  Per la ministra la "richiesta di boicottare le istituzioni accademiche israeliane mira a ribaltare il principio di neutralità culturale e scientifica, trascinando le Università sul campo di battaglia a fianco di una delle parti". Secondo Bernini, "cosi facendo si rinuncia a un potente strumento di ricerca della pace: la diplomazia scientifica".

Condividi questo articolo

Pubblicità