Bufera in casa Lega, Ziello e Gennai si dimettono

PISA - Terremoto in casa Lega, a Pisa. Il deputato del Carroccio Edoardo Ziello ha rassegnato le dimissioni da consigliere comunale (era anche il capogruppo) in seguito a un mancato accordo sul giorno di svolgimento delle sedute consiliari. Lo ha reso noto lo steso parlamentare.     "Nei mesi scorsi - ha scritto Ziello nella lettera indirizzata al sindaco, al segretario comunale e al presidente del consiglio comunale - ho più volte espresso la mia impossibilità a prendere parte alle sedute del consiglio comunale, convocate nelle giornate del lunedì, a causa delle inevitabili sovrapposizioni con l'attività parlamentare che ho nella stessa giornata, come testimoniato dai tanti ordini del giorno che ho allegato nelle mie comunicazioni tese a giustificare l'assenza".

   "Considerato l'irremovibile parere contrario del sindaco nel chiedere la convocazione del consiglio comunale per la giornata del venerdì - continua Ziello -, de facto, vengo messo nelle condizioni di impossibilità a prendere parte al consesso assembleare comunale, pertanto, a malincuore, sono costretto a rassegnare le mie dimissioni da consigliere comunale eletto nella lista Lega - Conti Sindaco".     Insieme a Ziello ha deciso di rassegnare le dimissioni anche il consigliere comunale, Alessandro Gennai, motivando la sua scelta con l'impossibilità a partecipare ai consigli il lunedì "a causa della mole del mio lavoro da medico chirurgo che in quella giornata registra picchi elevati". Anche lui, fedelissimo di Ziello, aveva chiesto di spostare la sedute al venerdì. Al loro posto entreranno i primi due tra i non eletti della Lega.

Condividi questo articolo

Pubblicità