Diritti, oltre 13 mila bambini uccisi nel conflitto

FIRENZE - Secondo i dati disaggregati riportati dall’Unicef, il conflitto in israelo-palestinese in corso fa registrare 13.750 bambini uccisi, 11.874 feriti, 1.750 dispersi, oltre un migliaio quelli che hanno subito un’amputazione e migliaia quelli che hanno acquisitò disabilità a causa di lesioni e traumi.

Sono i numeri citati da Giovanni Poggini, responsabile nazionale per la salute e l’ambiente di Unicef, intervenuto al convegno “La convivenza è possibile”, ultimo dei tre incontri del ciclo “L’orrore della guerra, la costruzione della pace”, organizzato dalla commissione pari opportunità della Toscana, in collaborazione con il gruppo ‘Donne insieme per la pace Firenze’, Il ciclo di incontri è stato organizzato per stimolare dialogo, convivenza e riconoscimento reciproco all’interno della società civile israeliana e palestinese. Al centro dell’iniziativa, oltre il report di Unicef, l’impegno di due associazioni di donne, una israeliana e l’altra palestinese, che operano nei territori interessati dal conflitto proprio con l’obiettivo del raggiungimento della pace e della convivenza.

 

 

Condividi questo articolo

Pubblicità