Viola il divieto di avvicinamento, arrestato 39enne

LIVORNO - I Carabinieri della Stazione Carabinieri di Livorno Centro nei giorni scorsi hanno arrestato in flagranza di reato un 39enne di origine straniera per violazione del provvedimento di divieto di avvicinamento alla persona offesa ed ai luoghi frequentati dalla stessa.

L’uomo, allontanato dall’abitazione familiare alla fine dello scorso mese di marzo, a seguito di presunte condotte maltrattanti ai danni della ex-compagna livornese, era destinatario della misura cautelare del divieto di avvicinamento alla donna emessa dall’A.G. labronica.

Tuttavia lo stesso, disattendendo la misura, è rientrato nell’abitazione livornese e lì è stato colto in flagranza dai Carabinieri che si erano recati proprio a casa della vittima per connesse attività di indagine e verifica. Pertanto hanno sorpreso l’aggressore, per il quale è scattato l’arresto in flagranza di reato per violazione del provvedimento cui era sottoposto.

Di conseguenza, su disposizione della locale AG, l’uomo, in ragione della sua pericolosità, terminate le formalità di rito è stato tradotto nel carcere “Le Sughere” di Livorno. L’arresto è stato successivamente convalidato dal GIP del Tribunale di Livorno il quale ha confermato la custodia cautelare in carcere.

Nel rispetto dei diritti delle persone indagate, sono da ritenersi presunte innocenti in considerazione dell’attuale fase del procedimento – indagini preliminari – sino ad un definitivo accertamento di colpevolezza con sentenza irrevocabile.

Condividi questo articolo

Pubblicità