Caporalato in agricoltura, 10 arresti

Livorno - Dieci arresti con l’accusa di caporalato nel settore agricolo. I carabinieri hanno scoperto un sistema di utilizzo illecito di cittadini extracomunitari che sono ospitati al centro di accoglienza di Piombino.

Vittime di questo "fenomeno" 67 persone uomini, tutti pakistani e bengalesi arrivati in Italia alla fine del 2022. Vivevano tutti in un Cas vicino a Piombino e lavoravano quasi 10 ore al giorno pagati meno di un euro l'ora. L'indagine  coordinata dalla procura di Livorno e condotta dal nucleo operativo e radiomobile della compagnia dei carabinieri  di Piombino con il supporto del nucleo carabinieri ispettorato del lavoro di Livorno avrebbe consentito di ricostruire un illecito utilizzo di manodopera posto in essere da 6 titolari di ditte individuali che operano nel settore agricolo che avvalendosi  anche di altri soggetti per il reclutamento ed il trasporto quotidiano sul luogo di lavoro avrebbero impiegato approfittando del loro stato di bisogno  i 67 extracomunitari  ospitati dal CAS "Le Caravelle" estraneo a tutta la vicenda.

Altri particolari in una conferenza stampa dei carabinieri.

Condividi questo articolo

Pubblicità