Ricettazione di gioielli, denunciato 60enne

PIOMBINO - Gli uomini del Commissariato di pubblica sicurezza di Piombino, nei giorni scorsi, hanno deferito all'Autorità Giudiziaria un uomo di 60 anni, residente nel territorio, per il reato di ricettazione di alcuni gioielli.

L’indagine era partita circa un mese fa, quando una donna aveva denunciato alla Polizia di Stato di essere rimasta vittima del furto di alcuni monili in oro custoditi presso la sua abitazione, fornendo contestualmente una descrizione particolareggiata perché i poliziotti potessero individuarli in caso di ritrovamento.

Gli investigatori della Squadra Anticrimine del Commissariato hanno avviato così una scrupolosa attività di indagine presso i compro oro della zona, concentrando le loro attenzioni sul periodo temporale della loro sottrazione e sui profili soggettivi dei   vari cedenti che li avevano presentati per la vendita presso gli esercizi pubblici.

Attraverso una minuziosa opera di ricerca e raffronto tra le schede di compravendita e ricevuta, ed alla predisposizione di un fascicolo fotografico (curato dalla Polizia Scientifica) che veniva sottoposto alla donna, questa è riuscita ad individuare gli oggetti che le erano stati sottratti, tutti venduti dalla stessa persona a dei compro oro della zona, ovviamente ignari del fatto che il cedente non ne fosse proprietario.

L’uomo veniva, successivamente, individuato e denunciato alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Livorno per la commissione del reato di ricettazione.

Occorre precisare che il procedimento non è ancora definito e, pertanto, le contestazioni, dovranno essere opportunamente verificate nell'eventuale giudizio. Solo una sentenza definitiva di condanna potrà far ritenere colpevole l'indagato.

Condividi questo articolo

Pubblicità