Overshoot Day, da domani siamo in debito con la Terra

Roma -Oggi è l’ultimo giorno, si chiama overshoot day, rappresentano le ultime 24 ore di produzione energetica del nostro paese. Per capirne meglio il significato, dovremmo vivere il proseguimento dell anno fino al suo concludersi senza luce, acqua ed energia. E’ quello che dovremmo sperimentare per fermare il debito che abbiamo con il pianeta terra, a cui non stiamo permettendo di riprodurre quello che ci fornisce, andando a prendere a mani piene altrove o nelle riserve e grattando fino a raggiungere il fondo.

l’Overshoot day è il giorno del sovra sfruttamento delle risorse rinnovabili che sono a disposizione, il giorno da cui cominciamo a usare risorse che non avremmo e andiamo a debito con le prossime generazioni.

In pratica, dal 20 maggio entriamo in deficit ecologico, consumiamo piu’ delle risorse che il territorio è in grado di generare e immettiamo in atmosfera più anidride carbonica della capacità che ha l’ecosistema di assorbirla.

La data dell’indebitamento non è uguale in tutto il pianeta, ci sono paesi che consumano molto di più, ad esempio negli stati uniti la data di superamento è già il 14 marzo, battuti dal Qatar che è al 15 febbraio.

Quanto consuma in totale il pianeta Terra lo sapremo il 5 giugno quando verrà comunicato in occasione della giornata mondiale dell’ambiente.

Il confronto con l’anno scorso è d’obbligo, per l’Italia è stato il 15maggio, ciò significa un leggero miglioramento nelle politiche di consumo, ma certo non da medaglia.

L’anno scorso, a livello planetario la data di indebitamento è stata il 2 agosto. Rispetto al nostro paese il calendario si sposta in avanti grazie al fatto che i paesi del terzo e del quarto mondo consumano meno perché hanno meno e anche perchè glielo consumiamo noi.

Stando ad alcune indiscrezioni sembra che per quest’anno la data limite sia arretrata al 25 luglio.

L’overshoot Day è stato istituito dalla Global Footprint Network nel 1961. Da quella data l’ente ha contabilizzato le potenzialità produttive del pianeta e ha creato questo calendario di consumo.

Il primo overshoot day avvenne per il 1965, cadde al 26 dicembre. Quindi siamo andati peggiorando e continuiamo a farlo e attraverso i mutamenti climatici e condizioni meteo sempre più estreme la Terra ci sta avvisando.

Condividi questo articolo

Pubblicità